Make your e-book… fatti l'e-book!

per una diffusione globale dei propri testi


Lascia un commento

Con un clic si fa un ePub ma non un e-book

Freely available on Pixabay.

L’articolo che segue è stato pubblicato come Guest Post sul sito EbookReaderItalia. È un po’ lungo rispetto ai soliti articoli, ma si va un po’ in dettaglio su alcuni aspetti. Spero lascerete un po’ di commenti, anche per capire se lo avete letto per intero.

In Rete si parla spesso di «qualità di un ebook». In alcuni commenti sul blog che curo ho segnalato gli errori tipici per chi si appresta a effettuare conversioni di formati verso lo standard ePub. Errori derivati da un uso un poco spregiudicato degli strumenti di conversione (un convertitore automatico è un’applicazione che prende il formato originale – Microsoft Word o Open Document Text o altro – e lo converte in ePub affidandosi in tutto e per tutto al programma di conversione “automagico”).

L’ePub è un formato, un contenitore di testo, e dunque è ovvio che la mancanza di rigore nel testo originale si traduca in mancanza di rigore nell’ebook “confezionato”.

Parto dal presupposto che ognuno ha i propri gusti in termini di impaginazione, ma esistono anche regole che si rifanno alla storia tipografica.

Continua a leggere